Sciare in Trentino- Alto Adige: due mete low-cost

Ormai si sa. Sciare è costoso. Soprattutto per una famiglia. Sci, scarponi, abbigliamento, casco. E lo skipass! Ma quanto costa?! Se poi parliamo di comprensori sciistici “famosi” e popolari, il prezzo lievita ulteriormente.

Eppure, non vuoi sciare sulle nevi del Trentino-Alto Adige, davanti alle cime più spettacolari delle Dolomiti?

In questo post ti consiglio due stazioni sciistiche low-cost, ma altrettanto belle ed adatte a tutti i livelli. E quando dico tutti, intendo proprio tutti. Ve lo dice una che ha messo gli sci ai piedi da nemmeno due stagioni!

1. Polsa – San Valentino (TRENTO)

La Polsa- San Valentino è un comprensorio sciistico a cui sono particolarmente affezionata. Dopo essermi trasferita a Rovereto, ho deciso che avrei imparato (finalmente) a sciare. Perciò i miei amici e colleghi mi hanno portata qui ed è qui che ho messo il mio primo paio di sci ai piedi.

Perché consiglio di venire a sciare in Polsa- San Valentino?

Innanzitutto, la stazione sciistica si trova a 25 km da Rovereto, quindi comodissima e accessibile in tempi rapidi sia dal Veneto (Verona, Vicenza) che dalla Lombardia (Brescia, Milano) ed Emilia-Romagna (Modena).

Poi, è immersa nel Parco naturale del Monte Baldo, appartenente alla catena montuosa che separa il Lago di Garda dalla Valle dell’Adige, ed è la prime area turistica che si incontra in Trentino provenendo da sud. Volendo la località offre diverse attività anche in estate: il Parco naturale del Monte Baldo è chiamato anche “Giardino d’Italia“, per la presenza di erbe e fiori particolari che si trovano solo qui.

Infine, la vista. Dalle piste si ha una panoramica sulla Valle dell’Adige, Monte Altissimo e Lago di Garda.

Cosa include lo skipass? E come sono le piste?

Lo skipass comprende circa 26 km di piste e rispettivi impianti di risalita situati nelle località della Polsa e di San Valentino, collegate, a loro volta, da una seggiovia.

Le piste, seppur di varia difficoltà (azzurra, rossa e nera), non sono mai troppo lunghe ed eccessivamente ripide. Sono quindi adattissime a famiglie e a coloro che stanno imparando a sciare o snowboardare. In questi casi, ci sono anche dei maestri di sci o snowboard molto validi presso il campo scuola della Polsa. E volete provare qualcosa di novo o diverso? Alla scuola di sci Monte Baldo ci sono degli insegnati di Telemark!

E’ anche possibile effettuare risalite con le pelli a bordo pista, facendo sempre attenzione a non dare fastidio agli sciatori!

Essendo una località piccola e poco conosciuta, non c’è mai troppa gente e si riesce a sciare tutte le piste senza troppi problemi. L’unica nota negativa, forse, è che essendo situata vicino al Lago di Garda ed a 1500 metri, la stagione inizia tardi e finisce relativamente presto. Consiglio, quindi, di dare un’occhiata al sito internet prima di partire.

Prezzi

I giornalieri vanno dai 29€ in bassa stagione ai 35€ in alta stagione (prezzi/adulto), con sconti del 10-20% per i residenti in provincia di Trento e Verona.

Inoltre, da questa stagione (2018/2019), il Giovedì e il Sabato, sulle piste della Polsa si può sciare in notturna (10€/persona) dalle 20.30 alle 22.30.

Per maggiori info, ti consiglio comunque di visitare la pagina inerente al listino prezzi.

Come arrivare

Prendere l’uscita Rovereto Sud sull’autostrada A22 del Brennero. Proseguire, poi, fino a Mori sulla strada statale SS240 e continuare sulla strada provinciale SP 3 del Monte Baldo. Seguire sempre le indicazioni per Brentonico e poi Polsa.

I parcheggi sono gratuiti.

2. Reinswald – Sarentino (BOLZANO)

Sarentino è stata una bellissima sorpresa per me. Ci sono andata l’anno scorso (2018) e ne sono rimasta piacevolmente colpita. Si trova proprio poco sopra Bolzano e, seppur piccola, è una bella stazione sciistica adatta a sciatori intermedi.

Perché consiglio di venire a sciare a Reinswald?

Non essendo una grande esperta nello sci, una delle cose che mi crea più disagio è dover sciare su piste strette e piene di gente. A Serentino, ho però trovato delle piste molto ampie e la gente non è mai moltissima (forse perché la località è poco conosciuta?) e ben distribuita. Ho notato che l’utenza è perlopiù locale (altoatesina) o tedesca. Non ci sono moltissimi italiani.

Si scia, poi, in un teatro naturale spettacolare: arrivati in cima con la seggiovia, si gode di un panorama mozzafiato a 360° che spazia dalle Alpi dello Zillertal, alle Dolomiti, fino ai ghiacciai del gruppo dell’Ortles.

Skipass low-cost per piste al top

Quasi 20 km di piste, servite da skilift, seggiovie e cabinovie compongono il comprensorio sciistico di Reinswald. Si tratta perlopiù di piste rosse, ma ci sono anche piste blue ed un paio di nere (che se ho fatto io, possono fare tutti!), fra cui la Jochpiste che raggiunge una pendenza del 58%!

Nel febbraio 2019 si è anche tenuta la Coppa Europea di Sci sulla pista Pichlberg-Plankenhorn, lunga 3,4 km e con un dislivello di 820 metri.

Inoltre, per chi non fosse amante dello sci o dello snowboard, a Reinswald c’è anche una delle piste per slittino più lunghe dell’Alto Adige. Durante i fine settimana si può persino slittare al chiaro di luna!

Prezzi

Lo skipass comunque è accessibile, rispetto a quelli proposti degli altri comprensori della zona. I giornalieri vanno dai 37€ per gli adulti ai 25€ per i ragazzi, senza distinzione per bassa-alta stagione.

Per lo sci/slittino notturno, le piste sono aperte al fine settimana dalle 19 alle 21.30: 20€ per adulti e 14.50€ per ragazzi.

Per ulteriori informazioni, consulta il listino prezzi di Reinswald.

Come arrivare

Sulla A22 del Brennero uscire a Bolzano Sud e proseguire sulla strada statale SS508 fino al paese di Sarentino. Seguire i cartelli che portano agli impianti di risalita Reinswald.


Quindi, non ti è venuta voglia di sciare?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.